Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Perché Sanremo è Sanremo

A

lla vigilia del Festival di Sanremo, la nostra cittadina, come ogni anno, torna alla ribalta. Vediamo continuamente immagini del mare, del Casinò, della Chiesa Russa e del teatro Ariston, che si affaccia sul corso pedonale.

 

 

Ma Sanremo ha ancora alcuni angoli nascosti. Tutta la zona fino al confine francese è ricca di storia e testimonianze che risalgono alla preistoria con i siti dei Balzi Rossi oppure la zona costiera a Bordighera che è stata ritratta anche nei dipinti di Monet. In questo angolo di Liguria, stretto tra mare e monti, ci sono infinite opportunità di fare esperienze interessanti; ma oggi vi parlerò di due perle del territorio, che non potete perdere nella vostra visita: La Pigna e Bussana Vecchia.

 

 

La Pigna a Sanremo

Fondata intorno all’anno Mille, è la parte più antica di Sanremo. Le sue casetorri, che sovrastano le vie strette, e le fortificazioni, disposte a protezione l’una dell’altra, sembrano le “squame” di una pigna. Partendo dal teatro Ariston, superate l’antica via Palazzo e andate verso piazza Colombo e piazza del mercato. A metà strada, dove si intersecano le viuzze del salotto pedonale di corso Matteotti, troverete la Porta di Santo Stefano che vi porterà alla Pigna.

È come passare in un altro mondo: troverete carruggi che si aprono in piazzette con antiche fontane, dove si svolgono eventi musicali e teatrali. Se, poi vi inerpicate nei meandri della Pigna, andrete alla scoperta dei tesori artistici presenti, scoprirete negozietti e botteghe artigianali e assisterete ad eventi con un’atmosfera magica… Sarà un’esperienza unica!

Vi consiglio anche di andare nella chiesa sconsacrata di Santa Brigida per ascoltare della buona musica eseguita dalla prestigiosa Orchestra Sinfonica di Sanremo

 

Il borgo fantasma vicino a Sanremo

A poco meno di 10 km da Sanremo e 2 dal mare, si trova la frazione di Bussana che si divide in nuova e vecchia. La parte vecchia è un borgo antico si presume del XII secolo, che il 23 febbraio 1887 venne distrutta dal terremoto e rimasero in piedi poche case di pietra. Gli abitanti si trasferirono più vicino al mare, fondando Bussana Nuova e per circa 70 anni il vecchio paese è stato un borgo fantasma.

Negli anni 60 alcuni artisti scoprirono questo villaggio abbandonato e si stabilirono lì formando una comunità: il villaggio degli artisti. Negli anni, artisti di tutto il mondo si sono stabiliti nel borgo ristrutturando gli interni delle case più agibili, lasciando inalterati gli esterni di pietra e le viuzze sassose.

Le antiche cantine sono state trasformate in laboratori artistici, vetrerie, sale espositive e negozi artigianali. Vi consiglio di visitare questo borgo: è un labirinto dove perdersi e trovare idee, sedersi all’ombra degli ulivi e passeggiare nel Giardino dei Ruderi. Se salite al castello, o quello che ne rimane, oppure alla Chiesa di Sant’Egidio, godrete di un panorama mozzafiato.

 

Sanremo non è solo il Festival, la strada principale con i negozi e il tappeto rosso calpestato dai cantanti più famosi: c’è molto di più, un territorio affascinante e tutto da esplorare. Siete curiosi di scoprire altri angoli di questa zona della Liguria? Guardate le mie proposte e contattatemi, sarò a vostra disposizione!

  

NEWSLETTER

Se vuoi conoscere tutte le informazioni riguardo ai viaggi, iscriviti alla nostra newsletter gratuita, piena di suggerimenti e grandi idee per tutte le tue esigenze da viaggiatore
Cookies
Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l’utente dichiara di accettare e acconsentire all’ utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento.
scopri di più